Le caratteristiche giuste per coordinare un trasloco internazionale

Il lavoro giornaliero di un coordinatore operativo di un’impresa di traslochi internazionali è quello di pianificare, organizzare e coordinare il processo di trasloco del trasloco tuo e/o della tua famiglia. L’obiettivo è quello di far avvenire lo spostamento dei tuoi beni da un punto A ad un punto B, e, ovviamente, farlo con successo, senza danni o problemi e con le tempistiche richieste dal cliente.

A pensarci bene la componente principale di questo lavoro è la Relazione.

Relazione con i clienti, in primis, con gli agenti e i fornitori, con il personale della squadra, con i propri colleghi (ad esempio del reparto Sales per le informazioni del trasloco) e così via.

Questo significa gestire una fitta rete di rapporti umani.

E proprio il rapporto con il cliente è, probabilmente, il più delicato da gestire.

Il trasloco è un momento molto stressante per la vita di una persona. Avere un contatto rassicurante, vedere che la pianificazione e il coordinamento delle varie parti è gestito in modo professionale e, infine, sentirsi al “sicuro” è l’elemento che farà la differenza.

Il servizio svolto in modo ottimale è una prerogativa ormai di base per un’azienda di traslochi internazionali. Lo step successivo, quello step che farà dire WOW al cliente è proprio questo sentirsi sicuro in ogni momento. Torna la relazione e il rapporto che si instaurano con lui.

Dopo anni di esperienza in questo settore siamo in grado di consigliarti 3 aspetti da valutare se il consulente che seguirà il tuo trasloco è in grado di far fronte alle tue esigenze.

  • Un bravo coordinatore non da niente di scontato . Chi acquista un servizio di trasloco, lo fa in maniera molto ridotta rispetto all’acquisto di qualsiasi altro servizio. Ciò che per un esperto del settore è scontato, spesso non lo è per per te che sei cliente. Un bravo coordinatore operativo non necessita di utilizzare termini tecnici. Un buon coordinatore operativo, inoltre, deve essere sempre cordiale e disponibile ad eventuali spiegazioni;
  • Anticipare sempre le tue domande ed esigenze: organizzare perfettamente un trasloco significa conoscere sempre lo stato del lavoro, dove si trovano i suoi beni, le date dei transiti in magazzini e porti, eventuali ritardi nella consegna o nel ritiro e così via. Se ci sono problemi, ed è possibile in un processo così complesso, bisogna sempre avvisare il cliente e dare le giuste rassicurazioni. Un buon coordinatore operativo non si fa mai anticipare un’email o da una telefonata del cliente. Se sei tu che devi ricordargli di un ritardo, di un attività in sospeso e così via, allora c’è un problema;
  • Coordinare alla perfezione il lavoro dell’agente a destinazione: nelle attività di trasloco a destino, l’interfaccia a destinazione non sarà più la squadra dell’azienda che hai scelto, ma quella di un’impresa partner selezionata. Oltre che a comunicarti che dall’altra parte del mondo ci sarà “l’azienda X” a completare il servizio per conto dell’impresa che hai scelto, il coordinatore operativo dovrà preoccuparsi di mandare le giuste istruzioni e ricevere le corrette informazioni di ritorno. Completare il servizio senza intoppi è fondamentale ed è la base per la soddisfazione del cliente.

Spero che questi piccoli consigli ti possano aiutare a pensare che, dietro un lavoro così tecnico, c’è una grande componente relazionale e che il fulcro di tutto sono sempre le persone.

Seguendo i consigli che ti ho dato, sarai in grado di identificare se il coordinatore operativo a te affidato è in grado di far fronte alle tue esigenze.

Scrivi un commento

Condividi l'articolo sui tuoi Social

Grazie per aver condiviso questo articolo!
Seguici sui nostri social per rimanere aggiornato sul mondo Bliss!