Tinteggiare i muri o rifare i pavimenti? – Specialisti Traslochi

Un nuovo fantastico articolo sui consigli da seguire per goderti al massimo la tua futura casa è ora Online!

In un articolo precedente ti abbiamo  suggerito 4 cose da fare 3 mesi prima di trasferirti, leggilo e poi torna qui ;). Ecco, in quella lista di consigli non avevamo preso in considerazione un dubbio amletico che colpisce inesorabilmente tutti coloro che devono trasferirsi, sai quale? Tinteggiare prima i muri o rifare i pavimenti?

“Devo ancora traslocare e già mi dai consigli su come arredare casa?”

Certo che si! Scegliendo professionisti (come noi di Bliss Moving) per il tuo trasloco, non avrai stress tra i piedi, quindi questi dubbi puoi permetterteli con largo anticipo!

Ma quindi, come muoversi nell’ostico compito di scegliere tra tinteggiare pareti o rifare pavimenti?

Voglio darti dei consigli preziosi per non fallire in questa scelta.

La strategia può aiutarti

“Se non puoi sconfiggerli, fai in modo che siano sconfitti.”, questo disse George Carlin molti anni fa, infatti come molte cose, anche il prendere decisioni sulla casa rientra nelle operazioni che devono essere pianificate a tavolino. Non vorrai mica un futuro sentire tua suocera dire: “La scala per il secondo piano era meglio lontano dalla porta d’ingresso!” oppure “I muri erano più belli di questo colore“.  Devi quindi dedicare il giusto tempo alle operazioni di pianificazione, nel nostro caso, questo ti permetterà di evitare in futuro colate di vernice sul pavimento o detriti sparsi per casa.

Tieni conto delle tue necessità

Se stai completamente rinnovando una stanza, buttando giù mura o ingrandendo le finestre, sarebbe meglio  prima tinteggiare e poi dedicarsi al pavimento dopo aver rimosso tutti i detriti.

A molti l’istinto dice di tinteggiare i muri prima, in modo da scongiurare la caduta delle gocce di vernice sul loro fantastico pavimento nuovo ed eliminare nel frattempo le imperfezioni della vernice, dipende, dipende dipende, dipende dalle tue necessità.

Ragiona per precedenze

Un modo utile per scegliere quale sia il progetto da intraprendere per primo è cercare di valutare quanta polvere e detriti si andranno a formare. Sia la vernice che i pennelli potrebbero sporcarsi a causa delle sostanze che fluttuano nell’aria. Ciò andrebbe a compromettere la qualità del risultato finale.

In questo caso, se si prevede di alzare della polvere nel momento in cui si lavora al pavimento, allora sarebbe preferibile iniziare con la posa di quest’ultimo, cosi da eliminare la maggior parte della polvere prima di spostarsi su altri lavori nella casa, come ad esempio la pittura delle pareti.

Moderare l’espansione della polvere ti consentirà di iniziare a tinteggiare con più tranquillità.

Però – c’è un però – ricoprire il pavimento come si deve non sarà un operazione Easy and Speed, ma ne vale la pena e va fatto con precisione, in modo da garantire una protezione totale e permetterà di risparmiarti arrabbiature una volta finito l’intero lavoro. Ovviamente, prima di togliere la protezione dal pavimento, assicurati che la vernice sia completamente asciutta ed i passaggi di quest’ultima completati.

In conclusione

Seguendo i 3 consigli che ti ho dato prima potrai sicuramente far trovare pronta la tua casa per il disimballo dei mobili. Proprio la tua casa, quella con i migliori pavimenti e muri in circolazione, ora sai come muoverti no?

Anche se non forniamo servizi di tinteggiatura o di posa pavimenti, noi possiamo rendere il tuo trasloco stress-free, grazie alla nostra esperienza e alla qualità del nostro personale. Chiedi subito un preventivo gratuito!

Scrivi un commento

Condividi l'articolo sui tuoi Social

Grazie per aver condiviso questo articolo!
Seguici sui nostri social per rimanere aggiornato sul mondo Bliss!